My Cart

 x 

Carrello vuoto

Vendiamo templates per joomla

Chi utilizza joomla sa che esistono molte aziende che si sono specializzate nella vendita di estensioni utili ad aggiungere funzionalità al CMS Joomla!. Ma ancora prima dei componenti e dei moduli necessari al nostro progetto, l'estensione di cui tutti hanno bisogno è un template professionale.

Ogni progetto parte da un buon template, non se ne può fare a meno.

Questa necessità ha portato nel tempo alla nascita di numerosi siti dedicati alla vendita di template, che sfruttando l'ubiquità della rete sono riusciti, anche nel giro di poco tempo, a creare delle attività molto redditizie vendendo i loro temi in tutto il mondo.
E' un ottimo esempio di come sia possibile sfruttare la globalizzazione attraverso la rete ed internazionalizzare la propria società con un basso investimento iniziale.
Naturalmente è necessario possedere le competenze necessarie alla creazione di un template che, al contrario di quanto generalmente si pensi, sono alla portata di molti.

Realizzare template per la vendita online può quindi diventare un'attività fruttuosa ed anche molto libera, se considerate che potete svolgerla da qualsiasi parte del mondo. Vi basteranno il vostro portatile e le vostre competenze!

Requisiti di un template per la vendita

Quando qualche anno fa abbiamo deciso di iniziare l'attività di realizzazione di temi per la vendita, abbiamo dovuto considerare alcuni fattori molto importanti in grado di influenzare drasticamente la riuscita del progetto.
Infatti creare template che verranno venduti è molto diverso che realizzarli per il proprio sito o per il sito di un cliente. Per esempio, se stiamo lavorando sul nostro sito e inseriamo un particolare effetto, per esempio un'animazione css3 o JQuery, sappiamo quello che stiamo facendo e non abbiamo bisogno di spiegarlo a nessuno, lo facciamo e basta.

Se invece facciamo la stessa cosa su un template che verrà acquistato da un utente che non ha le nostre conoscenze di programmazione, allora dovremo preoccuparci di metterlo in condizione di replicare quell'effetto, magari mettendogli a disposizione uno "shortcode", oppure il codice da copiare ed incollare per ottenere lo stesso risultato, magari spiegandoglielo nel manuale che allegheremo al template.
Dobbiamo quindi pensare in funzione dell'utente, prevedendo le difficoltà che potrebbe incontrare e cercando di risolvergliele prima.
Non è affatto facile e spesso, soprattutto i primi tempi, abbiamo fatto molti errori da questo punto di vista. Ce ne accorgevamo perché erano gli stessi utenti a dircelo e passo dopo passo abbiamo cercato di trovare le soluzioni più consone.

Framework: si o no?

Detto questo, una delle decisioni più importanti da prendere ha riguardato il Framework.


La domanda era: è meglio usare un framework oppure no?
E in caso affermativo, quale framework?


In ognuno dei due casi ci sono vantaggi e svantaggi e scegliere non è stato semplice.
Non usare un framework non ti lega a nessun sistema predefinito di regole da seguire consentendoci grande libertà di scelta e solitamente da origine a un prodotto leggero e pulito, facilmente mantenibile ed aggiornabile.
Di contro l'utilizzo di un framework ci mette a disposizione un set di strumenti e di funzionalità riutilizzabili che sono di grande utilità sia per lo sviluppatore che per l'utente, traducendosi in una maggior standardizzazione ed una maggior facilità di utilizzo per entrambi.
Tutti i maggiori produttori di template sul mercato utilizzano un framework, solitamente prodotto e mantenuto da loro stessi. Questa non è solo una scelta tecnica ma anche strategica e commerciale, utile a creare un legame tra il cliente e la casa produttrice.

Abbiamo scelto quindi di utilizzare un framework, proprio per le motivazioni espresse sopra. Rimaneva quindi da scegliere quale.
La scelta non è stata facile. Stiamo parlando di 4 anni fa, i vari produttori di template facevano a gara a creare e promuovere il loro framework sul mercato.
Gantry, Warp, T3, Exposè, Elix, EF3: tutti prodotti validi e anche molto simili, perché le caratteristiche di un buon framework per template sono sempre quelle.

E allora come si fa a scegliere?
Ci sono due aspetti fondamentali, oltre naturalmente alla qualità del Framework (ma qui possiamo dire che sono tutti validi), che dobbiamo assolutamente considerare essenziali:

  • la documentazione
  • il supporto.

Queste due caratteristiche devono essere assolutamente disponibili, garantite e di prima classe.
Se anche una sola di queste manca o vi sembra non sufficientemente presente, scartate subito il framework, anche se vi piace tantissimo, perché al primo problema (e ce ne saranno, ve lo assicuro!) vi trovereste in un mare di guai.
Documentazione e supporto garantito nel tempo sono aspetti fondamentali senza i quali qualsiasi software (non solo il nostro framework), anche il migliore del mondo, diventa inservibile.

Dopo averli vagliati tutti, abbiamo scelto il T3 framework.
GPL, con un sito dedicato (http://t3-framework.org), una documentazione di prim'ordine e un supporto veramente eccezionale. Il tutto è pubblico, non è necessario essere iscritti al sito della casa madre (Joomlart in questo caso) e pagare qualcosa. E' una risorsa libera e gratuita.
Abbiamo fatto naturalmente dei test, valutando la correttezza e la completezza della documentazione e facendo domande sul forum di assistenza. Mi sono quindi convinto ad utilizzare il loro framework, il T3 Framwork.
A Joomlart eravamo già iscritto da tempo, quindi potevamo anche usufruire del forum riservato ai clienti, nel caso ci fosse servito.

Rimaneva un altro aspetto importante: l'aggiornamento del framework.

Il T3 è presente anche su github (https://github.com), anzi, è proprio questa la versione che viene costantemente aggiornata. Quindi abbiamo creato un account su github ed abbiamo clonato la repository, iscrivendoci alle notifiche.
In questo modo riceviamo una notifica ad ogni aggiornamento che viene fatto e lo possiamo così integrare nella nostra versione personale.
Sì, perché già che c'eravamo abbiamo creato una versione personale che comprende anche i file di lingua italiana, così gli utenti vedono il framework nella loro lingua, che è una cosa che fa sempre piacere!

Semplicità di utilizzo

L'altro grande tema, anche questo molto importante, è la ricerca della semplicità, intesa come semplicità di utilizzo per l'utente che lo comprerà.
Nella nostra attività ci siamo spesso imbattuti in templates molto belli ma anche molto difficili da utilizzare, con effetti particolari e molto fantasiosi, ma di difficile replicabilità.
Succedeva spesso che appena toccavi qualcosa, quel particolare layout andava a farsi benedire e non riuscivi più a farlo tornare com prima. Se succedeva a noi che ci lavoriamo, chissà agli utenti che sono a digiuno di codice, pensavo.
Bisogna quindi cercare di non esagerare con le personalizzazioni complesse e che richiedono molto codice e dove non se ne possa fare a meno, rilasciare sempre il codice necessario per ricreare la situazione iniziale, spiegandolo e commentandolo nel manuale che deve essere sempre presente nel pacchetto.
Un'altra soluzione è quella di utilizzare un'estensione che faccia quello che desideriamo, ma non sempre è possibile farlo, o perché l'estensione non fa esattamente quello che vogliamo, o perché magari non abbiamo i permessi per utilizzarla e crearla può costare anche molti soldi.
In generale, comunque, vale la regola di mettersi sempre nei panni dell'utente che dovrà usare il template e chiedersi se quello che stiamo facendo non risulterà troppo complicato.

Layout e colori: offrire più scelte

Sempre nell'ottica di offrire all'utente un prodotto semplice ed allo stesso tempo flessibile, cioè utilizzabile in diverse situazioni, è bene prevedere nello sviluppo la presenza di layout differenziati, in modo tale che il template possa adattarsi alle necessità più svariate. Anche la presenza di temi di diversi colori è sempre una caratteristica molto apprezzata.

 Pacchetti: quali fornire

L'utente che acquista un template si trova di solito in una di queste due situazioni:

   1. ha già una installazione di Joomla funzionante sul proprio sito con dei contenuti già presenti e vuole cambiare la grafica con un nuovo template;

   2. parte da zero con un nuovo progetto ed una installazione di Joomla pulita, senza contenuti propri.

Chi produce un template deve mettere in condizione l'utente di poterlo utilizzare in entrambi i casi.
Come si fa?

È necessario prevedere due diversi pacchetti, vediamo quali:

  • A. quickstart
  • B. template + estensioni

Il pacchetto quickstart consiste in una installazione di Joomla completa di tutte le estensioni utilizzate e già configurate, template compreso, che una volta installata ricrea esattamente la demo mostrata sul sito. Questo pacchetto non è un'estensione, è una vera e propria installazione di Joomla e non può quindi essere installata come una normale estensione ma seguendo la procedura per installare Joomla da zero.
Chi può usare il pacchetto quickstart? Di solito l'utente del punto 2, cioè chi parte da zero con un nuovo progetto.

Per gli utenti del punto 1 è presente invece il pacchetto template + estensioni.
Cosa c'è in questo pacchetto?
Ci sono le varie estensioni utilizzate nella demo più il pacchetto del template. Vanno installate una per una su di un sito Joomla già esistente e poi configurate manualmente fino ad ottenere l'aspetto della demo.
Ma come si fa a sapere quali sono le configurazioni da utilizzare?
Bisogna leggere la documentazione!

La documentazione è indispensabile

Non si può prescindere dalla documentazione.

Il template deve essere assolutamente fornito della documentazione necessaria a ricreare la demo presentata e ad utilizzare al meglio il template.
Devono essere forniti tutti gli elementi necessari alla configurazione del template e delle estensioni presenti, oltre che agli snippet di codice usati e a tutto quello che può essere utile all'utente per lavorare con il nostro prodotto.
Visto che utilizziamo un framework, non dovrebbero mancare anche le principali informazioni per il suo utilizzo.
Una buona documentazione fa la differenza e l'utente ve ne sarà grato.

Nei prossimi articoli cominceremo a trattare nello specifico la creazione di un template completo per Joomla, sia partendo da un framework che iniziando da zero.